IL GIOCO DEI DESTINI INCROCIATI, Consigli di lettura

– FOTO PRELEVATA DAL WEB –

IL GIOCO DEI DESTINI INCROCIATI

“Il gioco dei destini incrociati” è un libro che nasce, a mio avviso, da una scommessa… che si possa ancora fare una scuola “vera”. Con questo aggettivo intendo una scuola che non si fermi innanzi all’immobilismo e alla furia distruttrice del pensiero libero, ai quali stiamo assistendo in questi ultimi tempi, ma piuttosto una scuola che cerchi in ogni modo di creare quel pensiero libero, per far sì che un giorno gli alunni di oggi possano essere cittadini capaci di progettare con consapevolezza il futuro loro e della società in cui sono chiamati a vivere.

Far sì che un gruppo di studenti sia capace di raccontare e raccontarsi, attraverso storie di fantasia che pur affondano le radici nella realtà che li circonda e che vivono in prima persona, non è roba da poco. Significa cercare non solo di sviluppare dei talenti ancora in erba, che spesso aspettano solo di essere scoperti e incoraggiati, ma anche e soprattutto significa aiutarli a elaborare gli accadimenti della vita e le emozioni vissute in modo costruttivo e secondo un percorso di autoanalisi al quale fin da piccoli dovremmo essere abituati.

Il romanzo, scritto da un gruppo di studenti dell’I.T.E. Francesco Crispi di Palermo, sollecitato e coordinato dalla professoressa Anna Rosa Crivello, è ispirato all’opera “Il castello dei destini incrociati” di Italo Calvino e prende spunto dai preparativi per l’attesissimo concerto dell’immaginario Dj Dante. Sembra andare tutto per il meglio, quando qualcosa interrompe l’atmosfera di festa, precipitando solo alcuni dei partecipanti (scelti non a caso) in un’avventura, un gioco ideato da qualcuno che agisce nell’ombra e finalizzato a qualcosa di ben preciso.

Sono tante le tematiche affrontate, dall’anoressia al bullismo, dalle violenze domestiche ai problemi di integrazione… da tutte le storie traspare una profonda sofferenza troppo spesso interiorizzata e senza alcuno sbocco.

Questo libro dimostra che la scrittura e il confronto che ne scaturisce, nonché la cultura in senso più ampio, sono sempre un ottimo antidoto e spunto di riflessione sui grandi mali che affliggono i tempi che stiamo vivendo.

Mi sembra importante anche sottolineare che il ricavato delle vendite sarà devoluto all’associazione ASLTI, Liberi di Crescere, Associazione Siciliana Lotta Leucemie e Tumori dell’Infanzia. Buona lettura!

Autori: Alessandra Falletti, Giulia Puma, Francesco Rotolo, Virginia Jegathasan, Virginia Ingraiti, Chiara Perrone, Chiara Vasta

Titolo:  Il gioco dei destini incrociati

Editore: Pietro Vittorietti Edizioni

Per consigli su letture e viaggi potete trovare Il giro del mondo con un libro in mano anche su www.facebook.com/ilgirodelmondoconunlibroinmano

©Copyright 2019 by Rita Massaro – All Rights Reserved

Precedente I FRATELLI SISTERS, Recensione di Massimo Arciresi Successivo I FIGLI DEL FIUME GIALLO, Recensione di Massimo Arciresi