LA SIGNORINA CHE SEMINAVA PEZZETTINI DI CUORE, Nicky Writer

– FOTO PRELEVATA DAL WEB –

Oggi ho il piacere di farvi leggere uno dei racconti più belli di Nicoletta Bartolini, in arte Nicky Writer. Per leggere altri scritti di questa autrice, ricca di talento e sensibilità, non dovete fare altro che andare sulla sua pagina Facebook:

https://www.facebook.com/pages/category/Author/Nicky-Writer-353448198638633/.

Buona lettura!

La signorina che seminava pezzettini di cuore

Aveva cominciato da bambina a seminare pezzettini di cuore, i primi forse tra i banchi di scuola o ancor prima, chissà, ma se ne accorgeva soltanto ora, ora che i pezzettini dispersi erano proprio tanti e il cuore invecchiava, diventando triste.

La signorina, in una sera d’estate particolarmente calda in cui i grilli facevano cri cri, sedette al riparo di un salice e cominciò a contare.

– Ma un pezzettino così piccolino? – le chiese una volta un tale, che forse stava un po’ male.

– Io lo voglio tutto intero, altrimenti non ne voglio sapere – sentenziò un altro, prima di voltarsi e andarsene al mare.

– Io di questo brandello non so che fare, tu certe cose non le puoi capire.

– Adesso ho da fare, non ho voglia di starti a sentire.

Alcuni pezzetti, in realtà, non li ricordava nemmeno più, il tempo sfuma alcuni dolori. Altri invece no.

– Ti richiamo domani – e poi si scordò.
– Avrei proprio bisogno di – e poi sparì.

Naturalmente la signorina non era mica l’unica al mondo a seminare pezzettini di cuore.

Ognuno ne lascia frammenti qui e là, lungo il cammino. Piccoli grandi pezzetti che sbagliano direzione e che temiamo non potranno mai germogliare, né potremo mai rivedere.

Ma quella sera, mentre i grilli facevano cri cri, la signorina a un tratto capì e il suo cuore, anche se di poco, ringiovanì.

Si allontanò dal salice e guardò in alto, il cielo blu.

Ecco dove erano finiti tutti quei milioni di milioni di pezzettini di cuore perduti, erano tutti a scintillare lassù.

Alcuni le chiamano stelle, gli scienziati ne danno spiegazioni esaurienti, ma se non fossero fatte di pezzi di cuore, potrebbero mai essere così brillanti?

(nw)

Per consigli su letture e viaggi potete trovare Il giro del mondo con un libro in mano anche su www.facebook.com/ilgirodelmondoconunlibroinmano

 

Amici, Home, Senza categoria , , , , , , ,

Informazioni su ilgirodelmondoconunlibro

Mi chiamo Rita Massaro. Sono una persona curiosa. Mi piace scoprire gli innumerevoli volti del mondo e le infinite possibilità della vita. Per questo leggo e viaggio. Ogni tanto le mie perlustrazioni scatenano la mia immaginazione. E scrivo. Ho pubblicato nel 2011, con la Casa Editrice Absolutely Free, un romanzo di formazione dal titolo "L'estate è finita". Nel dicembre 2016 è stato pubblicato il mio secondo romanzo, "Sotto il cielo di Santiago", con la Casa Editrice Genesis Publishing. Nel 2018 "Prima che sia primavera" con Il Seme Bianco, pubblicato in seconda edizione con il titolo "La terra del lungo inverno" con Emersioni. Ho partecipato a vari progetti di scrittura collettiva, tutti pubblicati nel 2020: "La villa delle ombre", con Stefania Agnello e Maurizio Bono; "Non ho forza per arrendermi", con Letizia Lo Cascio; "A casa: Diario di una pandemia" con Monica Spatola. Potete contattarmi su Facebook al seguente link: https://www.facebook.com/ilgirodelmondoconunlibroinmano

Precedente VIVERE, Recensione di Massimo Arciresi Successivo IO, LEONARDO, Recensione di Massimo Arciresi