PRENDIMI!, Recensione di Massimo Arciresi

Massimo Arciresi è critico e giornalista cinematografico, conduttore su Radio Spazio Noi – In Blu, dal 1997, della rubrica settimanale “Uscita di Sicurezza”. Ha collaborato con i quotidiani “Il Mediterraneo” e “L’Ora”, ha diretto il quindicinale sul tempo libero “TrovaPalermo” e attualmente scrive per il mensile “L’Inchiesta”. Appassionato di fumetti e lingue straniere. 

Prendimi! (Tag, USA, 2018) di Jeff Tomsic con Ed Helms, Jon Hamm, Jake Johnson, Hannibal Buress, Jeremy Renner, Isla Fisher

Il produttore e regista tv Tomsic esordisce al cinema trasponendo una sceneggiatura scritta da Mark Steilen e Rob McKittrick, a sua volta basata su un articolo di Russell Adams del blasonato Wall Street Journal che rendeva conto di un’assurda storia vera (per parafrasare il lancio pubblicitario): l’ininterrotto gioco infantile (consistente semplicemente nel toccare l’avversario, che deve “liberarsi” toccandone un altro) di un gruppo di ultraquarantenni i quali, amici da sempre, ogni mese di maggio riprendono – a suon di travestimenti e colpi bassi, se necessario – la “competizione”. Vivere in città diverse non è un ostacolo. Nella finzione Hoagie (e la sua compartecipe moglie Anna), Callahan, Chilli e Sable sono praticamente coalizzati contro il clamorosamente imbattuto, scatenato Jerry. Le nozze di quest’ultimo forse sono l’occasione giusta per demolire il suo primato. Il copione non si preoccupa troppo di tenerci aggiornati su “a chi sta”, preferisce inoculare – talvolta persino a sproposito – un po’ di azione (con le circonvoluzioni degli inarrestabili “bambinoni”) e preparare un risvolto melanconico sulla vita che sfugge. Tacendo sugli squilibri, c’è chi in simili contesti fa decisamente meno. Meritorio il cast, con Helms nel suo elemento, Hamm e Renner in (rara) modalità commedia e un côté femminile che, oltre alla navigata Fisher, comprende Annabelle Wallis, Rashida Jones e Leslie Bibb. Cameo di Brian Dennehy.

 

Per consigli su letture e viaggi potete trovare Il giro del mondo con un libro in mano anche su www.facebook.com/ilgirodelmondoconunlibroinmano

Precedente ANGELI E DIAVOLI, Sabino Russo Successivo PRIMA CHE SIA PRIMAVERA, Rita Massaro